top of page
  • Immagine del redattoreGiorgio Tarditi Spagnoli

30 marzo 1925 – Anniversario della morte di Rudolf Steiner




Oggi quell’individualità che chiamiamo Rudolf Steiner lasciava il piano fisico.


Da allora la Scienza dello Spirito vive attraverso coloro che se ne fanno i portatori, dalla meditazione, alla vita quotidiana fino all'incontro con l'Antroposofia.


Così è cambiata la vita di molti, di coloro che, con le libere iniziative antroposofiche, infondono nuove forze spirituali in tutti campi dell'essere dell'Uomo, della Natura e del Mondo.


A te, grazie per la Grande Opera che con sommo sacrificio hai liberamente donato al mondo.


Le ultime prime parole di Rudolf Steiner


Io desidero con spirito cosmico

Entusiasmare ogni essere umano

Così che possa divenire fiamma

E infuocato dispiegherà

L'essenza del suo essere.

Gli altri, anelano

Prender dalle acque cosmiche

Ciò che estinguerà quelle stesse fiamme

E infliggere così paralisi

In tutto il loro essere.

Oh quale gioia, quando la fiamma dell'essere umano

Brilla, perfino quando riposa.

Oh amaro dolore, quando la cosa umana

Viene messa in catene, quando invece vorrebbe muoversi.


– Rudolf Steiner 1925


Queste sono tra le sue ultime parole scritte sul taccuino.

La prima e unica volta in cui ha scritto "Io desidero".

0 commenti

Post correlati

Mostra tutti

Commentaires


2. ROSA.png
bottom of page